Taxidermia di György Pálfi

componendosi di tre episodi, spaccati di differenti generazioni in altrettante epoche ma soprattutto di de-generazioni e altrettante idiosincrasie, taxidermia arriva ad accorpare istantanee scarsamente comunicanti l’una con l’altra, più tese alla dissezione d’un movimento che a una sua significazione. il film è più un collage simbolico e discontinuo che una summa pseudo-storica, più un tour de … More Taxidermia di György Pálfi

Il Figlio di Saul di László Nemes

nel film di nemes il problema della mostrazione dell’orrore tipico della filmografia a tema shoah assume un ruolo fondamentale: lontano sia dall’indugio descrittivo o contemplativo sia dal tentativo di rendere atmosferico il racconto dello sterminio, il figlio di saul mette al centro dell’attenzione il suo protagonista tanto da deformare fino al paradosso la stessa prassi del … More Il Figlio di Saul di László Nemes

Life di Daniel Espinosa

l’incipit di life è un vorticoso piano sequenza in cui la telecamera non riesce a trovare un proprio centro di gravità stabile, divertendosi a cambiarlo di continuo in un volo pindarico che volteggia per la stazione spaziale in cui s’ambienterà l’intero film a seguire di volta in volta diversi movimenti dei diversi protagonisti. il rimando … More Life di Daniel Espinosa

Alien di Ridley Scott

l’horror fantascientifico di ridley scott è innanzi tutto un film di corpi, nella dimensione in cui la carne di questi si renda spazio e questo spazio a sua volta si faccia presenza, dal momento in cui soprattutto questa corporeità venga attraversata e scossa da un desiderio permeante, feroce e macabro. il corpo è una gabbia geografica, un oggetto … More Alien di Ridley Scott

A Serious Man di Joel e Ethan Coen

“receive with simplicity everything that happens to you”. la frase che apre il film non arriva tanto a riecheggiare il nichilismo affermativo tipico del postmoderno: il ‘problema’, se così lo si vuole chiamare, non inerisce un affermarsi affermando la prassi del vivere nella sua contraddittorietà e nella sua vacuità (metafisica), non sta attorno al fatidico ‘dire di … More A Serious Man di Joel e Ethan Coen

Non è Un Paese Per Vecchi di Joel e Ethan Coen

1. llewelyn moss llewelyn moss cerca di uccidere un animale mentre è a caccia, e fallisce. inseguendo la preda ferita, s’imbatte nello scenario d’una sparatoria e in una valigetta piena zeppa di soldi. prendendola innescherà una serie incontrollata di eventi, divenendo la vittima designata d’un pazzo omicida e d’un gruppo di trafficanti: tutti vogliono i … More Non è Un Paese Per Vecchi di Joel e Ethan Coen

Kong: Skull Island di Jordan Vogt-Roberts

fin dalla prima scena qualcosa sorprende in questo kong: un tono più che vagamente auto-ironico, atto a deformare i protagonisti in macchiette che non sono né seriose (alla maniera dei blockbuster che si prendono sul serio) né gigionesche (alla maniera del cinema d’avventura post-moderno, da indiana jones in poi) – un’ottica che li deride, li … More Kong: Skull Island di Jordan Vogt-Roberts