Retrospettiva: Alfred Hitchcock (4)

gli uccelli (1963) – [★★★★☆] più che un horror che ruota attorno all’assalto inspiegabile e immotivato di stormi di volatili ai danni di una piccola comunità lacustre, gli uccelli è un poema dell’assurdo scomposto, asimmetrico, dilatato e discontinuo nelle tempistiche quanto oscuro, crudele nel suo abbattersi: una catastrofe immotivata eppure cosparsa di simboli, incomprensibile però spaventosamente … More Retrospettiva: Alfred Hitchcock (4)

Retrospettiva: Alfred Hitchcock (3)

nodo alla gola (1948) – [★☆☆☆☆] esercizio di stile che sonda all’infinito un solo ambiente: al suo interno lo sguardo compone con attenzione maniacale una serie di traiettorie – ora avvicinandosi ai protagonisti e ora discostandosene, ora cogliendo i loro segreti e ora invece decidendo di ignorarli. il fulcro del racconto ancora una volta è un mistero … More Retrospettiva: Alfred Hitchcock (3)

Febbraio 2018, in Poche Parole

in questo articolo: gerald’s game, 2017 il filo nascosto, 2017 l’invasione degli ultracorpi, 1956 the blair witch project, 1999 the disaster artist, 2017 the ritual, 2017 the binding of isaac: afterbirth+, 2017 final fantasy xii: the zodiac age, 2017 rime, 2017 shadow of the colossus, 2018 [film] gerald’s game (mike flanagan, 2017) – [☆☆☆☆☆] gerald e sua … More Febbraio 2018, in Poche Parole

Retrospettiva: Alfred Hitchcock (2)

psyco (1960) – [★★★☆☆] film di riflessi, di false persone, di maschere e di trucchi e di morti che camminano, di spettri. slanciato su spazialità vagamente espressioniste, allucinate, talvolta scioccamente sincopato e altrove invece preso da indugi ossessivi: preso da esplosioni e cavalcate quanto dall’attenta analisi dell’eco che si sono lasciate dietro – in questo senso, pronto … More Retrospettiva: Alfred Hitchcock (2)

Retrospettiva: Alfred Hitchcock (1)

la donna che visse due volte (1958) – [★★★★★] la donna che visse due volte è un racconto abitato da fantasmi e che ruota attorno a un fantasma, destinato però a chiudersi in un processo auto-distruttivo tutt’altro che fantasmatico, anzi apocalittico: che scuote i corpi e non più le immagini, che travalica lo spazio del quadro … More Retrospettiva: Alfred Hitchcock (1)

Una Classifica dei Film del 2017

(introduzioni, scuse, paralipomeni) [1/2/2018] eccoci al secondo appuntamento ‘top di fine anno’ di robachevedo, momento catartico e contraddittorio nonché quasi sfacciatamente modaiolo, nel quale emergono le vibranti ambiguità e nullità di tutto l’apparato valutativo del blog, nonché più in generale dell’apparato valutativo portato alla luce dal ‘parlare di cinema’. classifica che in un primo momento avrebbe … More Una Classifica dei Film del 2017

Alterità virtuale: (Ri)pensare il Visuale Videoludico

“se volessimo addentrarci nell’analisi delle caratteristiche delle immagini virtuali saremmo costretti a partire da alcuni assunti presi dall’opera di william mitchell. partiremmo cioè dal considerare, innanzitutto, il visuale come una pseudo-realtà popolata da sagome che vogliono essere vere – da fantasmi che altro non possiamo fare che supporre analoghi a persone in carne e ossa. è all’interno di … More Alterità virtuale: (Ri)pensare il Visuale Videoludico

Dicembre 2017, in Poche Parole

in questo articolo: assassinio sull’orient express, 2017 blair witch, 2016 brimstone, 2017 caniba, 2017 detroit, 2017 l’altra donna del re, 2008 la region salvaje, 2017 leatherface, 2017 l’inganno, 2017 the babysitter, 2017 the killing of a sacred deer, 2017 thelma, 2017 resident evil 7: biohazard, 2017 [film] assassinio sull’orient express (kenneth branagh, 2017) – [☆☆☆☆☆] trasposizione … More Dicembre 2017, in Poche Parole